Il laser è utile e indolore

DiDott.ssa Marina Puricelli

Il laser è utile e indolore

Autore: dott.ssa Marina Puricelli

Nell’immaginario collettivo il laser viene visto come un’arma, complici i film di fantascienza e i fumetti giapponesi; invece, noi terapeuti sappiamo che in medicina è uno strumento prezioso. Abbiamo scelto di utilizzare il laser nel nostro Centro perché ci sta a cuore non solo la salute fisica, ma anche l’equilibrio emotivo del paziente. Utilizzando il laser, infatti, non si sente dolore, il decorso post trattamento è semplice, e spesso non è necessaria l’anestesia se viene usato in chirurgia; sono tutti fattori che aiutano il paziente ad affidarsi alle nostre cure serenamente, senza ansia o paura. Noi crediamo che questo approccio, dolce e rispettoso, sia già un modo di “prendersi cura” della persona, di farla sentire tranquilla in mani esperte e responsabili.

Donna, Sorriso, Dente, Salute, Bocca
In GammaPiMedical usiamo il laser principalmente in due ambiti: in odontoiatria e in dermatologia, in medicina estetica.

In odontoiatria, il laser viene impiegato in parodontologia, cioè per curare i tessuti che stanno intorno al dente: si rivela efficace quando ci sono delle infiammazioni alle gengive, per la pulizia delle tasche, per rimodellare i colletti, quando c’è ipersensibilità dei denti, per rigenerare lo smalto, per sbiancarlo e altro ancora.
In odontoiatria chirurgica, il laser possiede un’altissima precisione, come un elettrobisturi, con la differenza che non brucia i tessuti, anzi ne induce una rapida rigenerazione spontanea. Inoltre, permette di evitare, nella maggior parte dei casi, l’anestesia e questo è un vantaggio di non poco conto per il paziente.
In endodonzia, cioè per i trattamenti all’interno del dente, viene impiegato per sterilizzare i canali, per rimuovere i granulomi, le fistole, gli ascessi.
Il laser ha anche un effetto antalgico sull’articolazione temporomandibolare.
Proprio per la sua azione precisa, indolore, e per la capacità di indurre la rigenerazione dei tessuti, il laser trova applicazione anche in odontoiatria pediatrica, per le frenulectomie labiali e gengivali, ossia per rimuovere il frenulo che collega le labbra alle gengive, al fine di allentare le tensioni all’interno della bocca del bambino. In queste situazioni, oltre a non causare dolore, permette interventi rapidi, senza suture, e il decorso post operatorio è privo di complicazioni.
Il laser può anche essere impiegato per il trattamento delle afte, degli herpes, del lichen una malattia infiammatoria che se trascurata può predisporre al cancro del cavo orale, nel trattamento delle leuplachie, quelle placche bianche che si formano in bocca e sono dovute a una eccessiva proliferazione dei tessuti più superficiali.

In dermatologia, in medicina estetica il laser viene utilizzato per la depilazione della zona periorale e per le cicatrici sempre intorno alla bocca, per l’acne. Inoltre, serve per rimuovere i nevi flammi, gli spider nevi, gli emangiomi, le telangectasie, per ridurre la couperose, per eliminare i capillari del viso e del naso. È  efficace per far scomparire le macchie senili, per asportare i cheloidi, le verruche, i fibromi penduli. Il vantaggio di questo strumento è che non dà sanguinamento e non richiede particolari terapie dopo il trattamento, a parte la precauzione di non esporsi al sole subito dopo gli interventi.

 

Info sull'autore

Dott.ssa Marina Puricelli author