Archivio dei tag Sbiancamento al laser

DiDott.ssa Rosa Pezzarossa

Sbianca il tuo sorriso con il laser

Autore: dott.ssa Rosa Pezzarossa

Le macchie dentali possono essere classificate in macchie estrinseche causate da fumo, cibo e bevande e macchie intrinseche, più profonde e che progrediscono nella dentina, causate da fattori congeniti e metabolici, patologie ematiche quali la porfiria e l’eritroblastosi fetale, itterizia, fattori iatrogeni come l’utilizzo di farmaci (tetracicline e monocicline; fluorosi), traumi.

Le macchie estrinseche nella maggior parte dei casi possono essere reversibili e possono essere eliminate con l’igiene orale professionale mediante paste da lucidatura o bicarbonato; talora, se più profonde richiedono lo sbiancamento professionale (il fumo per esempio, col tempo può modificare il colore dello smalto).

Dente, Cure Odontoiatriche, Bianco

Come funziona lo sbiancamento?
Lo sbiancamento professionale dei denti viene effettuato mediante l’utilizzo di un gel a base di perossido di idrogeno o perossido di carbamide in concentrazioni variabili a seconda del tipo di macchie e quindi della capacità di raggiungere le zone più interne del dente.
La liberazione dell’ossigeno in forma di radicali liberi permette la sua penetrazione nei prismi dello smalto rendendo più chiaro il colore interno del dente. La struttura del dente non viene comunque alterata.
Lo sbiancamento professionale può essere svolto in studio alla poltrona con o senza l’ausilio di lampade che accelerano la liberazione di ossigeno o come avviene prevalentemente nel nostro studio, mediante l’utilizzo del laser con enormi vantaggi per il paziente soprattutto in termini di tempo; lo sbiancamento domiciliare viene effettuato grazie alla realizzazione di mascherine nel cui interno viene inserito il gel sbiancante a concentrazioni intorno al 10% da tenere di giorno o di notte.

Vediamo ora le diverse metodiche di sbiancamento, valutandone anche le caratteristiche.

Sbiancamento laser assistito
Meccanismo d’azione: il laser mediante l’attivazione della componente colorata del gel, permette una liberazione più rapida di ossigeno con conseguente riduzione dei tempi di applicazione.
Il gel utilizzato nel nostro studio, Trilly white, è un gel di ultima generazione composto da due parti che si miscelano durante l’erogazione: il gel a base di perossido di idrogeno e il gel rosso attivato dal laser.
Ha proprietà sbiancanti, rimineralizzanti e desensibilizzanti.
Sbiancante: la luce laser attiva la liberazione di ossigeno presente nel gel che penetra nello smalto sbiancandolo.
Rimineralizzante: gli ioni di calcio e gli ioni di stronzio, dati dalla miscelazione delle due componenti del gel, danno luogo ad una reazione di scambio ionico che porta alla formazione di sali insolubili; in particolare i fosfati di calcio e gli ossalati di stronzio hanno affinità con l’idrossiapatite dello smalto e precipitando ne contrastano la decalcificazione.
Desensibilizzante: la rimineralizzazione dello smalto/dentina previene la sensibilità dentinale.Come si può notare lo sbiancamento laser assistito offre risultati ottimali con un minor tempo di applicazione e senza causare quel fenomeno – seppur transitorio – dell’aumentata sensibilità dentinale.

 

Confronto fra le metodiche di sbiancamento con e senza laser, passaggio per passaggio 

SBIANCAMENTO SENZA LASER                                        SBIANCAMENTO LASER 

Presa iniziale del colore                                                                  Presa iniziale del colore

Protezione gengivale con diga                                                      Protezione gengivale con diga

Gel a base di perossido di idrogeno al 35-40%                          Applicazione gel sulle vestibolari dei denti

Tempo di applicazione 20 minuti ad arcata superfici               Occhiali di protezione luce laser

Complessivo di 40 minuti                                                             Attivazione del gel con luce laser 40’’a dente

Rimozione gel e diga gengivale con risciacquo                           Tempo di applicazione 5 min ad arcata

Rimozione gel e diga gengivale                                                    Tempo complessivo 10 min per due arcate

Presa del colore finale luce                                                            Rilevazione colore finale

 

SVANTAGGI                                                                                   VANTAGGI

Tempo di applicazione più lungo                                                   Risultati ottimi e tempi più brevi

Può generarsi Ipersensibilità dentinale post                               No ipersensibilità dentinale

Sbiancamento da trattare con il fluoro.

Nei casi di macchie intrinseche gravi

necessita un trattamento prolungato fino a 18 sedute